Messina Street Fish- il festival del pesce siciliano: buona la prima. Oggi per l’allerta meteo l’evento previsto non ci sarà.

L’allerta meteo diramata per oggi ha spinto l’organizzazione a rinviare l’evento previsto per le 17.15 a domenica 31 ottobre alle 18,00.

Intanto è stato un evento ricco di spunti quello di ieri sera (28 ottobre) che si è svolto nell’ambito di Messina Street Fish- il Festival del pesce siciliano. Interpretato alla perfezione il tema del focus “Il pescato locale nella refezione scolastica” sia dalla ricetta dello chef Franco Agliolo, in abbinamento al vino proposto dalla Tenuta Enza La Fauci che negli approfondimenti degli esperti chiamati ad intervenire sull’argomento.

“Il pesce a scuola per l’alimentazione dei bambini dovrebbe essere inserito nel menu una o due volte la settimana- ha detto Benny Bonaffini, vice presidente nazionale Fiepet Confesercenti- ma in realtà questo non avviene per vari motivi. Per motivi di tempo, la sua preparazione è elaborata, per motivi di costi, la quantità che serve è importante e dunque non è praticabile ed il prezzo diventa impegnativo”. Presente anche la neo presidente della Fondazione Its Albatros Antonella Sidoti e prof. Associato all’Università di Messina: “E importante stabilire la provenienza del pesce con il suo dna. Stabilirlo è’ possibile- ha detto Sidoti con il profilo genetico che va delineato ed associato alla sua regione di provenienza”. Il prof. Filippo Grasso, delegato alle iniziative scientifiche dell’Università di Messina ha parlato di come sia possibile immaginare un’economia del Turismo derivante dallo sfruttamento del pescato locale.

“E’ possibile- ha detto- se il territorio fa sistema, bisogna mettere insieme conoscenze competenze e lavorare in sinergia, il pesce stagionale da noi è un valore aggiunto. Messina è bagnata dai due mari e favorisce la possibilità di agire sull’attività produttiva locale valorizzandola”. E’ intervenuto sul tema in questione anche il direttore di Lettera Emme Alessio Caspanello che ha evidenziato come Messina abbia ancora un rapporto conflittuale col mare: “In alcuni tratti della città esistono ancora barriere che negano la fruizione del mare. Messina- ha commentato Caspanello- è come una prateria sconfinata dove nessuno vuole investire, forse perché manca proprio la formazione”. Presenti tra gli ospiti anche il direttore di Confesercenti Messina Daniele Andronaco e l’imprenditore Davide Nocera della Sa.Com. La manifestazione, volta alla valorizzazione del pescato siciliano è promossa da Confesercenti Messina e si svolge in partnership con la Camera di Commercio di Messina, l’Associazione Provinciale Cuochi, l’I.I.S. Antonello, l’Istituto Co.Ri.Bi.A, la Proloco Messenion e la Sacom con il patrocinio di Unione Europea, Regione Siciliana – Assessorato Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, Dipartimento della Pesca Mediterranea attraverso il PO FEAP 5.68 e dal Comune di Messina.

A causa dell’allerta meteo diramata per domani, l’evento previsto è stato rinviato a domenica 31 alle 18.00. Si svolgerà regolarmente quello previsto per sabato 30. Domenica si svolgeranno quindi due appuntamenti, il primo alle 11.30 ed il secondo alle 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: