Corsi d’oro – L’avvocato di Genovese, “Condanna epilogo inaccettabile”

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

La condanna definitiva in Cassazione a sei anni e otto mesi per Francantonio Genovese, nell’ambito del processo “Corsi d’oro”, è un colpo inaspettato, un “epilogo inaccettabile” come lo ha definito il legale del politico messinese.

«È una di quelle notizie che, chi crede nel proprio lavoro e nella giustizia che presto o tardi trionfa sempre, non vorrebbe mai sentire. È una decisione che porterà il mio assistito a tornare a trascorrere almeno diversi mesi in carcere, prima dì poter chiedere di accedere ad una misura alternativa». Ha detto ad ADN Kronos l’avvocato Nino Favazzo, legale di Francantonio Genovese.

Gettonopoli
Gettonopoli: la Suprema Corte rigetta i ricorsi e le condanne diventano definitive

«E’ un epilogo inaccettabile quello che vede il mio assistito – ha detto ancora il penalista – condannato ad una pena severissima per un delitto che non ha certamente commesso: il tentativo di estorsione ai danni di Ludovico Albert. Sì perché il processo per il principale dei suoi protagonisti si è ridotto ad una condanna per un reato odioso, ma insussistente, nonostante le due pronunce di merito, oggi confermate, abbiano ritenuto il contrario. Per il resto non mi meraviglia la dichiarazione a tappeto dì inammissibilità dei ricorsi, perché quasi tutti i reati per cui c’è stata condanna avrebbero dovuto essere dichiarati prescritti, così come è avvenuto per il ricorso di Franco Rinaldi. In questo caso, infatti, l’accoglimento del motivo ha comportato l’annullamento senza rinvio per il delitto di associazione a delinquere per cui vi era stata condanna in secondo grado».

Corsi d'oro
Francantonio Genovese, la Cassazione conferma la condanna
amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close