Città Metropolitana: lavoratori ASU tagliati fuori dal piano del fabbisogno triennale. Stupore del CSA: “Cateno De Luca sia da esempio per altri sindaci”

Si è tenuta in data odierna la riunione sindacale del direttivo aziendale dei lavoratori ASU per discutere della stabilizzazione. “Apprendiamo con stupore – scrive Clara Crocé, del Dipartimento ASU CSA Sicilia – che nella predisposizione del piano del fabbisogno triennale non sono stati inseriti i lavoratori ASU . Si discute soltanto di altre categorie di lavoratori dimenticando che in utilizzo presso la città ‘metropolitana di Messina prestano la loro attivita’ 54 ASU che sono da 24 anni senza un contratto di lavoro”.

asu
“Quale futuro per i lavoratori ASU”, incontro domani alla Città Metropolitana di Messina con gli onorevoli Siracusano, Grasso e Lo Giudice

“E’ solo grazie al Sindaco cateno De Luca se questi 54 lavoratori ASU sono fuoriusciti dal cappio delle cooperative – dichiarano congiuntamente Clara Crocè e il rappresentante Aziendale Mario Lotta . “Adesso è necessario inserire nel piano del fabbisogno del personale anche gli ASU del resto della città Metropolitana che è l’unico ente che ha approvato i bilanci e che dispone delle capacità assunzionali necessarie ai fini della stabilizzazione”.

“Se il Sindaco Cateno De Luca si candida a ‘Sindaco di Sicilia’ sia di esempio agli altri Sindaci ed inizi a stabilizzare i lavoratori ASU” conclude Crocé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: