Scuola Mazzini-Gallo: Gioveni “fuori dal plesso è caos e continui assembramenti!”

“Urgono interventi di controllo e regolamentazione delle presenze fuori dalla scuola Mazzini-Gallo per i costanti assembramenti che si verificano all’ingresso e all’uscita!”.

E’ questa la richiesta formulata dal consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia Libero Gioveni, dopo aver ricevuto diverse segnalazioni dai preoccupati genitori dei piccoli alunni del plesso di via Natoli per il caos e l’indisciplina che regnano tutti i giorni fuori dall’Istituto in questo delicato periodo di emergenza sanitaria.

Purtroppo – spiega Gioveni – al netto del fatto che occorrerebbe disciplinare meglio in tante altre scuole la massiccia presenza dei genitori che si recano ad accompagnare o prendere i propri figli a scuola, nella fattispecie il caso della Mazzini-Gallo sembra assumere dei contorni più preoccupanti.

Peraltro – prosegue il consigliere – come è noto, a ridosso nelle adiacenze di questa scuola ve ne sono altre due come il “Caio Duilio” e il “Verona Trento” che certamente contribuiscono a rendere ancora più urgenti degli interventi da parte dell’Amministrazione in una strada che non gode di particolari sbocchi“.

“Pur comprendendo la difficoltà al momento di poter presenziare con la Polizia Municipale alcuni punti più critici come lo è appunto questo – insiste l’esponente di FdI – chiedo uno sforzo minimo per poter garantire la necessaria disciplina e distanziamento per la pubblica sicurezza.

A tal riguardo – conclude Gioveni – avendo appreso informalmente che il Comitato prefettizio sembra abbia dato il via libera per la riassunzione almeno dei 46 agenti concorsisti, mi auguro che fra i primi provvedimenti dell’Amministrazione vi sia appunto quello di garantire la presenza di due agenti nelle ore di ingresso e uscita degli alunni della scuola Mazzini-Gallo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: