Quel “no green pass” in divisa. Il vice questore Schilirò sale su palco a Roma e difende la Costituzione

Capo della sezione reati sessuali della Squadra mobile romana e adesso in forza alla Criminalpol, Nunzia Alessandra Schilirò, vice questore della Polizia di Stato, non ci ha pensato più di due volte ed è salita sul palco della manifestazione di ieri a Roma, in piazza San Giovanni, contro il Green Pass, mentre a Milano si consumavano scaramucce tra poliziotti suoi colleghi ed una frangia di manifestanti che voleva forzare il blocco verso il Duomo.

Ho esercitato i miei diritti e il mio mestiere è pubblico, nessuno mi può accusare di niente. Ho giurato sulla Costituzione e non ho paura di nulla.

“Ho parlato da libera cittadina” tiene a dire a molte testate che oggi l’hanno letteralmente tempestata di chiamate. Nonostante la divisa. Anzi proprio per la divisa e per il giuramento prestato, in base a quanto sostiene, il vice questore Schilirò ha ritenuto di dover dire la sua e di difendere proprio i principi della Carta Costituzionale.

Per fortuna gli articoli 17 e 21 della Costituzione vengono in mio aiuto — replica Schilirò — ho parlato da libera cittadina, i vertici non avranno gradito. Non ho fatto un discorso per il mio mestiere, è irrilevante, l’ho fatto per chiunque si sia sentito discriminato. Ero tutti e nessuno. Sono una persona che ama il proprio Paese e le bellezze del mondo, e lotterò sempre per esse”. 

Un’amica l’avrebbe sconsigliata di prendere la parola. ‘Pensa alla carriera, tanto il male ha già vinto. Pensa a Falcone e Borsellino’, le ha detto. “Ma io le ho risposto che alla fine nella storia il male ha sempre perso, altrimenti noi non saremmo qui” ha ribattuto Schilirò, ed è salita sul palco tra lo stupore di molti quando hanno appreso che era un’alta dirigente della Polizia di Stato.

Ho esercitato i miei diritti e il mio mestiere è pubblico, nessuno mi può accusare di niente. Ho giurato sulla Costituzione e non ho paura di nulla. Ripeto, sul green pass niente compromessi. Per una sentenza della magistratura ci vorrà tempo, ma noi cittadini possiamo fare molto: siamo milioni senza lasciapassare, se restiamo a casa il Paese come va avanti?” ha dichiarato a molte testate la Schilirò.

Intanto su di lei sarebbe stato aperto un procedimento disciplinare che potrebbe anche costarle caro, mentre alcuni commenti sui social la invitano a “dimettersi per coerenza”. “Ma lei non lo farà” rispondono alcuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: