Pippo Scattareggia: “Ecco il perché delle mie dimissioni”. L’analisi di chi De Luca lo conosce da sempre

Pippo Scattareggia si è dimesso da assessore allo Sport ed allo Spettacolo del Comune di Messina, il 30 luglio dello scorso anno e senza dare molte spiegazioni, tanto che in molti immaginarono un “ben servito” da parte del suo Sindaco, Cateno De Luca. E magari è accaduto proprio così, oppure ambedue le cose. Potrebbe essere accaduto, infatti, che il buon Pippo Scattareggia, nonostante la sua storia di vicinanza con l’uomo di Fiumedinisi, amico di vecchia data, non sia più riuscito a tener duro ed a sopportare condizioni divenute invivibili in seno ad una Giunta comunale sempre più “catenizzata“.

Oggi però Pippo fa chiarezza e la affida, come si fa di questi tempi, a Facebook ed alla sua pagina con una breve lettera di chiarimento ed una foto che lo raffigura con la fascia tricolore, certamente in segno di rispetto al ruolo che ha servito, probabilmente anche in netta polemica con l’ex suo Sindaco.

Non pubblichiamo, quindi, niente di nuovo, ma quel che è nuovo è invece il dissenso e l’averlo dichiarato da parte di chi con De Luca c’è sempre stato, al suo fianco. Ma dal 30 luglio di quest’anno non più.

Avevo preannunciato in tempi non sospetti, all’indomani delle mie dimissioni da Assessore, quanto oggi è stato reso di pubblico dominio” scrive Pippo Scattareggia.
Non potevo condividere un giorno, un’ora in più, un progetto a cui avevo creduto ed in cui mi ero impegnato con la fiducia dei miei sostenitori, progetto che aveva cambiato percorso e perseguiva una strada lontana dai miei ideali e dal servizio per la mia comunità, per la mia città” sottolinea l’ex assessore.
Non sono mai stato uno yes-man e non potevo accettare in silenzio di vedere già abbandonata a sé stessa la mia amata Messina, per sostenere le velleità e le ambizioni personali di colui che, come in una giostra ripete matematicamente gli stessi percorsi creando e poi distruggendo, utilizzando a suo piacimento persone e risorse.
Eh si, la politica ha le sue sfaccettature sempre, ma c’è anche chi la dignità ed il rispetto lo continua a mantenere a prescindere dai ruoli.
Non dimentichiamo che il vero politico è colui che deve rappresentare la comunità, senza farsi gioco di quest’ultima per ottenere posizioni di vantaggio personale, che nulla hanno a che vedere con le reali necessità della comunità stessa
” conclude amaro, Pippo Scattareggia, con tutto il peso di quella delusione che può venire solo dall’amico che improvvisamente ti volta le spalle.

Further Reading
Rimpasto Giunta De Luca: “dimesso” tra le polemiche anche Pippo Scattareggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: