Libero Gioveni: “Dismissione patrimonio immobiliare: la vendita di circa 80 alloggi comunali bloccata da una ipoteca?”

MESSINA, 7 SET – “Chi poteva immaginare che su circa 80 alloggi comunali potesse gravare una ipoteca che al momento ne vieta la vendita agli assegnatari aventi diritto?”

Il consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia Libero Gioveni, che in passato aveva sollecitato e poi ottenuto dall’Amministrazione lo sblocco delle vendite degli alloggi comunali che il sindaco De Luca per diversi mesi aveva interrotto con una delibera di Giunta a causa dei costi fin troppo irrisori degli appartamenti perché determinati da una legge regionale, ha chiesto adesso i necessari chiarimenti al Presidente della Patrimonio S.p.A. Roberto Cicala su una vicenda, certamente dai contorni grotteschi, che sta penalizzando altre decine di assegnatari.

“In sostanza – spiega Gioveni – nel premettere che intendo dare merito al Presidente Cicala che dopo il suo insediamento ha subito attivato tutte le procedure di dismissione degli alloggi che prima erano in capo al Dipartimento politiche della casa, è accaduto che nelle ultime settimane diversi inquilini in possesso dei requisiti di legge per il riscatto dei propri alloggi, si sono sentiti dire dagli uffici che la compravendita in atto è impedita da una ipoteca che grava su una ottantina di immobili, dovuta sembrerebbe ad un debito di circa 700.000 euro che il Comune ha nei confronti di terzi.

E’ ovvio che, pur non addossando alcuna responsabilità alla Patrimonio S.p.A. per questo piccolo “macigno” che si è ritrovato – prosegue il consigliere – non posso non esprimere il dispiacere per queste famiglie che, al pari di tanti altri, hanno tutto il diritto di poter diventare proprietari di alloggi che abitano anche da 50 anni!!!

Ecco perché ho chiesto dei chiarimenti specifici al Presidente Cicala – conclude Gioveni – chiedendo sia di conoscere tutti i dettagli che hanno determinato questo nuovo blocco delle vendite, sia di adoperarsi con tutti i mezzi e i passaggi amministrativi necessari a cancellare l’ipoteca gravante sugli alloggi al fine di poter riattivare le procedure per la dismissione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: