Inaugurata la nuova sede della Cisl Messina in via Palermo 555 a Ritiro.

Antonino Alibrandi: «Più vicino alla gente. Nelle periferie, tra le comunità, sul territorio. La Cisl c’è sempre». Il segretario regionale Sebastiano Cappuccio: «Siamo qui per offrire risposte di crescita e di sviluppo»

Ripartire dalle periferie, dalle persone, dal lavoro, dallo sviluppo. È stato questo lo slogan che ha voluto la Cisl in occasione dell’inaugurazione della nuova sede di Messina Nord, in via Palermo 555. Una scelta, quella dell’apertura di una nuova sede nella zona di Ritiro, che nasce dall’intenzione di avviare un nuovo percorso per stare più vicino ai disagi sociali.

«Vogliamo creare luoghi di aggregazione sociale insieme ai nostri servizi – ha detto il segretario generale della Cisl Messina, Antonino Alibrandi – Riteniamo sia fondamentale costruire un sindacato di prossimità, soprattutto adesso che il disagio sociale è crescente dopo il periodo legato alla pandemia e la gente ha ancora più bisogno di un supporto sociale. Arriviamo qui per dare supporto alla comunità di Ritiro, di via Palermo ma un po’ di tutta la zona nord, in sinergia con la Parrocchia con l’obiettivo di creare opportunità e riscoprire un territorio che è stato abbandonato negli ultimi anni. Qui insistono ancora valori importanti, che sono fondamentali e che possono dare sviluppo e futuro ai ragazzi dei quartieri. Siamo presenti su tutto il territorio provinciale ma vogliamo che la nostra presenza sia ancora più capillare nelle periferie delle città per essere sempre più vicino alla comunità e ai lavoratori».

A benedire la nuova sede è stato padre Roberto Romeo, parroco della chiesa Santa Maria di Gesù di Ritiro, che ha presieduto un momento di preghiera prima del taglio del nastro alla presenza della segreteria regionale della Cisl Sicilia al completo col segretario generale Sebastiano Cappuccio ed i segretari Paolo Sanzaro e Rosanna Laplaca.

«La Cisl – ha aggiunto il segretario generale della Cisl Sicilia, Sebastiano Cappuccio – sta in mezzo alla gente, ai lavoratori, nelle periferie, dove c’è il disagio, la povertà e le difficoltà. Lo stiamo facendo con grande impegno per offrire risposte di crescita e di sviluppo. Noi pensiamo che bisogna partire da elementi come la coesione sociale e la responsabilità per dare risposte sociali. Questa è una zona in cui c’è bisogno di avere servizi, di avere sostegno».

La sede sarà aperta ogni giorno con la presenza dei consulenti di Caf Cisl, del Patronato Inas Cisl e delle Associazioni dei Consumatori, del Sicet, dell’Anolf per l’aiuto ai migranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: