Fiamme a Camaro Sottomontagna: casette e rifiuti di nuovo nel rogo. Persone intossicate

È nuovamente scattato l’allarme antincendio a Camaro Sottomontagna. In fiamme una delle casette chiuse e sequestrate ormai di pertinenza di Arisme, l’agenzia comunale che si occupa del risanamento nell’ambito della legge che deve liberare Messina dalle baracche. Ancora una volta, la sesta, rifiuti in fiamme e vigili del fuoco in assetto per scongiurare i fumi di diossina che si liberano propagandosi per tutto l’abitato. C’è rabbia tra la popolazione e qualcuno parla anche di bloccare l’autostrada. “Dovevano essere recintate e murate” dice la gente raccolta a capannelli costretta in strada dal fetore insopportabile. “La colpa è di chi getta i rifiuti, di chi gli da fuoco ma anche di chi ha lasciato questo stato di cose” continuano. Qualche giorno fa eravamo stati qui con i consiglieri Cacciotto e Gioveni che in questa occasione, ennesima, dichiarano: “La situazione è davvero al collasso! Da mesi denunciamo pubblicamente il gravissimo problema di Camaro Sottomontagna dove si susseguono, all’interno di baracche libere ma piene di spazzatura, incendi.
Il problema è che ancora ci sono casette abitate adiacenti alle baracche libere oltre ad abitazioni confinanti. Lo abbiamo detto in tutte le salse: bisogna bonificare l’area, assegnare urgentemente gli alloggi a chi ne ha diritto e radere al suolo tutta la baraccopoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: