MESSINA – Arbitri costretti ad allenarsi in mezzo alla strada, Argento (M5s): «Dall’assessore Gallo solo vane promesse»

Arbitri costretti ad allenarsi in mezzo alla strada, Argento (M5s): «Dall’assessore Gallo solo vane promesse»

Il duro sfogo del consigliere, che già a novembre del 2020 aveva chiesto alla Giunta di mettere a disposizione della sezione Aia una struttura adeguata: «Ennesima pagina nera per lo sport cittadino»

MESSINA, 11 AGO –  «Da novembre del 2020 ad oggi non è cambiato nulla, malgrado le tante segnalazioni e le vane promesse dell’assessore Francesco Gallo, che in Commissione aveva garantito un immediato intervento per risolvere il problema». Parole del consigliere comunale del M5s Andrea Argento, che dopo la presa di posizione dello scorso anno interviene nuovamente sul caso degli arbitri messinesi costretti ad allenarsi in mezzo alla strada o nella corsia del tram.

«Ancora una volta assistiamo a una pagina nera per lo sport cittadino. Si tratta di una situazione inaccettabile e offensiva, che penalizza l’intero settore, compromettendo la preparazione sportiva in vista degli incontri e mettendo a repentaglio la loro incolumità», sbotta Argento, che già lo scorso autunno aveva proposto al sindaco Cateno De Luca e all’assessore allo Sport di mettere a disposizione della sezione Aia cittadina una struttura adeguata, “come avviene in tutto il resto d’Italia”.

«Da allora – prosegue – non è cambiato nulla: ancora oggi gli arbitri cittadini non hanno un posto in cui svolgere la loro preparazione e non hanno la possibilità di accedere agli impianti comunali, trovandosi obbligati ad allenarsi sul cemento, con tutto ciò che ne consegue. Dopo gli articoli di stampa e la mia denuncia, l’assessore Gallo aveva dato ampie garanzie, garantendo il suo impegno nel trovare al più presto una soluzione, ma come al solito sono rimaste solo parole».

«I “fischietti” messinesi – conclude – sono fra i massimi esponenti dello sport cittadino, come dimostrano i tanti traguardi raggiunti in questi anni. È fondamentale trovare immediatamente una soluzione adeguata per mettere fine a una vergogna che  mortifica non solo gli arbitri, ma tutti gli sportivi di Messina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: