Fotia, CSA e Fiadel: “Le diatribe tra Consiglio e Amministrazione non possono ricadere sui lavoratori di Messina Servizi”

Fotia, CSA e Fiadel: “Le diatribe tra Consiglio e Amministrazione non possono ricadere sui lavoratori di Messina Servizi”

 

MESSINA, 4 AGO – “Come organizzazioni sindacali siamo lontani da certe logiche politiche, pertanto non intendiamo prendere alcuna posizione nell’ambito delle diatribe insorte tra Consiglio ed Amministrazione comunale, ma non possiamo che fare le nostre considerazioni quando in tali diatribe vengono tirati ingiustamente dentro i lavoratori, proprio da Messina Servizi che aveva dichiarato che grazie al proprio impegno aveva raggiunto obiettivi di tutto riguardo” lo dichiara Pietro Fotia, segretario generale di CISAL e Fiadel.

“Non è concepibile – continua Fotia – che si possa pensare di porre in cassa integrazione le risorse lavorative già non sufficienti in Messina servizi, tanto da dover appaltare all’esterno alcuni servizi. Di conseguenza siamo costretti con carattere d’urgenza di chiedere ed ottenere un incontro non tanto per discutere della proposta di ricorso al FIS, ma per ottenere un piano organizzativo omogeneo che permetta di migliorare l’efficienza dell’azienda e di prevenire alle necessarie nuove assunzioni”, conclude Fotia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: