ASSUNZIONI ATM – Filt Cgil e Uiltrasporti sin dal principio a parte gli autisti nessuna assunzione scaturisce da un fabbisogno di personale condiviso.

ASSUNZIONI ATM – Filt Cgil e Uiltrasporti sin dal principio a parte gli autisti nessuna assunzione scaturisce da un fabbisogno di personale condiviso.

 

MESSINA, 20 AGO – Con Ordine di Servizio interno del 19 agosto 2021 l’Atm Spa comunica ai sindacati l’ennesima assunzione a tempo indeterminato con decorrenza 23.8.2021 di una nuova unità di personale con parametro retributivo 193 del contratto Autoferrotranvieri a seguito di procedura selettiva per il reclutamento di una figura di “Specialista tecnico/amministrativo”

 

Filt Cgil e Uiltrasporti con una nota indirizzata al Presidente di Atm Spa  Giuseppe Campagna, ma anche alla Segretaria Generale, al Direttore Generale del Comune al Sindaco, all’assessore al ramo e al Presidente del Consiglio Comunale e della Commissione Bilancio, stigmatizzano la condotta di Atm Spa, che eludendo ogni confronto ripetutamente richiesto dai sindacati, sul fabbisogno organico e piano industriale, continua a “sfornare” bandi di assunzione esterni senza aprire specifico dialogo con le rappresentanze dei lavoratori al fine di aver piena conoscenza e la dovuta trasparenza sul fabbisogno organico dell’azienda, sia in linea quantitativa che qualitativa. 

 

A tal fine Filt Cgil e Uiltrasporti ricordano di aver già inoltrato analoghe richieste  per precedenti assunzioni già espletate da Atm Spa , la quale ha anche pubblicato nelle scorse settimane sul proprio sito aziendale ulteriori 5 avvisi di selezione pubblica, anche per parametri apicali, in scadenza il prossimo 10 settembre sempre senza alcun preventivo confronto sul fabbisogno di personale. 

“L’avvio quasi famelico di assunzioni dall’esterno– dichiarano Filt Cgil e Uiltrasporti –  mostrata dal management aziendale già dai primi giorni di vita , tranne che per la palese necessità di personale autista , condivisa e confermata dai sindacati per croniche carenze e dalla necessità di raggiungere i chilometri previsti nel contratto di servizio, rischia di far assumere alla Spa le sembianze di “stipendificio” se queste non scaturiscono da una pianta organica funzionale supportata da un piano industriale chiaro e da un fabbisogno organico condiviso.

Sull’esperienza  dell’azienda trasporti Taormina, siamo certi si possa inoltre valutare, come fatto recentemente dal Liquidatore di ASM,  di ricorrere per le selezioni interne ed esterne ad una commissione prettamente esterna all’azienda e di alto profilo istituzionale che garantisca la massima imparzialità, in una logica di trasparenza e meritocrazia che siamo certi, sia condivisa dal management di ATM Spa. 

Ad oggi, Filt Cgil e Uiltrasporti, reputano che passaggi fondamentali, alla base di corrette relazioni industriali ma anche della trasparenza che un’azienda pubblica richiede, siano stati deliberatamente ignorati in più occasioni, e rinnovando la richiesta di incontro specifico in merito, chiedono agli organi in indirizzo di sospendere le procedure in essere, verificare, per specifiche competenze, atti, procedure e sostenibilità dei bandi interni ed esterni posti in essere in questi mesi da Atm Spa”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: