Uil-Fpl, “Si mantengano gli impegni assunti per la Messina Social City”

Uil-Fpl, “Si mantengano gli impegni assunti per la Messina Social City”

 

MESSINA, 22 LUG – Le criticità riguardanti il personale della “Messina Social City” sono state al centro di un’assemblea sindacale indetta da Cgil, Cisl e Uil, tenutasi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca. “In particolare sono emerse le criticità riguardanti gli aspetti organizzativi e di programmazione del personale che fa parte della ‘Messina Social City’, la continua la riduzione dei servizi di assistenza come ad esempio quella relativa alla struttura residenziale per anziani Casa Serena, nonostante i lavori di adeguamento e messa in sicurezza risultino completati e con i necessari certificati di regolare esecuzione. Infatti, a parere della Uil-Fpl sarebbe utile ampliare la struttura aumentando i posti letto e procedendo al reintegro degli ex lavoratori Casa Serena che attendono da diversi anni. Appare sorprendente che l’azienda speciale Messina Social City non riesca a mantenere adeguati servizi, tenuto conto che potrebbe superare tale problema attraverso l’utilizzo del personale di bacino recuperato dalla long list. Pertanto al fine di evitare ulteriori disagi e criticità sia alla cittadinanza, che necessita di maggiore ricettività ed assistenza per le persone anziane, sia per gli ex lavoratori, la Uil FPL, chiede chiarezza e mantenimento degli impegni relativi ai protocolli d’intesa, riducendo il precariato e procedendo alla stabilizzazione dei lavoratori storici”. Lo scrivono in una nota stampa Pippo Stella e Giovanni Andronaco (Coordinamento provinciale Uil-Fpl con delega al Terzo Settore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: