Tutte le attività che è possibile svolgere da casa: dallo shopping all’intrattenimento all’apprendimento

Tutte le attività che è possibile svolgere da casa: dallo shopping all’intrattenimento all’apprendimento

 

1 luglio

Il digitale fa parte delle nostre vite ormai da diversi anni. A partire dalla diffusione di Internet, infatti, l’utilizzo di computer all’epoca e di smartphone oggi (sia per navigare online che per compiere azioni un tempo possibili esclusivamente dal vivo) è diventato una pratica quotidiana, alla portata di tutti, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Ma quali sono le attività e i servizi che sono entrati a fare parte delle nostre giornate e che un tempo non erano possibili online? Ecco una breve panoramica degli aspetti principali di questo cambiamento: dai prodotti commerciali alle riunioni online, il tutto eseguibile grazie a pochi clic dai propri dispositivi fissi e mobili.

 

 

Dallo shopping online alla prenotazione di viaggi e vacanze

Uno degli aspetti più rivoluzionari della digitalizzazione è sicuramente quello di poter ordinare prodotti e servizi direttamente dal proprio smartphone, nel giro di pochi secondi. La possibilità di fare shopping online e di frequentare e-commerce, ossia negozi digitali ospitati da piattaforme specifiche si è diffusa a una velocità impressionante, tanto che oggi è molto più comune di un tempo acquistare prodotti specifici tramite Amazon e altre piattaforme online, come eBay per gli oggetti di ogni genere o Ikea per mobili, altri accessori e decorazioni da interni ed esterni. Lo stesso discorso vale anche per l’acquisto di servizi “immateriali” come vacanze, biglietti per aerei, treni e traghetti e persino assicurazioni per la propria automobile o i propri beni. L’attività di recarsi presso le agenzie di viaggio o le biglietterie per acquistare i biglietti per le proprie vacanze direttamente in sede, sia all’estero che alla scoperta dell’Italia, è infatti stata integrata (se non in molti casi sostituita) dalla possibilità di comprare online direttamente dalle aziende che si occupano di trasporti e accoglienza, come la compagnia aerea Ryanair o la piattaforma di prenotazione di alloggi Booking. Allo stesso modo, l’appuntamento con il proprio assicuratore si è trasformato nella possibilità di acquistare direttamente online i più vari prodotti assicurativi, come quelli offerti dalla piattaforma Prima Assicurazioni.

 

Intrattenimento online: gli esempi di gioco virtuale e streaming video

Non sono comunque solo i settori del commercio e dei servizi ad aver subito l’impatto positivo della digitalizzazione: al giorno d’oggi è possibile portare avanti online gran parte delle attività destinate all’intrattenimento, sia che si tratti di gioco virtuale che di guardare un film col proprio proiettore. Grazie alle piattaforme che ospitano i casinò online è infatti possibile giocare alle slot online con denaro vero proprio come nei casinò tradizionali, potendo scegliere tra un ampio catalogo di slot machine, da quelle classiche a quelle più recenti, tutte di diverse case produttrici e sempre aggiornate. Allo stesso modo, gli amanti del cinema e delle serie televisive potranno gustare film e telefilm direttamente dai propri dispositivi, avendo bisogno solamente di un abbonamento alle piattaforme di streaming video più popolari come Netflix e Amazon Prime Video. Anche in questo caso, dopo l’iscrizione basta scegliere tra i forniti cataloghi ricchi di titoli “vintage” e contemporanei e guardare in streaming i contenuti desiderati, sia attraverso i propri dispositivi che collegandoli a proiettori portatili, in modo da personalizzare la propria esperienza ancora di più.

 

Lavorare e studiare da remoto grazie a software come Zoom

Infine, la digitalizzazione ha rivoluzionato anche ambiti solo apparentemente immutabili come quelli del lavoro in ufficio e delle lezioni universitarie. Non è più infatti necessaria la presenza in sede tutto il giorno, tutti i giorni della settimana, sia per quanto riguarda le attività lavorative che per quelle dedicate all’istruzione: grazie a strumenti come app e software di videoconferenza al pari di Zoom (che attualmente si muove su cifre di utilizzo di oltre 300 milioni di utenti giornalieri) è infatti possibile partecipare a riunioni con un numero massimo di 250 partecipanti. Questa opportunità permette dunque di prendere parte a riunioni, convegni e conferenze o di impartire e assistere a lezioni (non solo universitarie, ma anche corsi di digital marketing, fotografia e tanti altri argomenti) in qualsiasi momento, grazie ai propri dispositivi e a una buona connessione internet, il più stabile possibile.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: