La Sicilia in tempo reale

 

NEMO SUD – UIL “Incontro con Razza interlocutorio”. Nulla di fatto. Giovedì Razza a Messina

NEMO SUD – UIL “Incontro con Razza interlocutorio”. Nulla di fatto. Giovedì Razza a Messina

 

MESSINA, 14 LUG – “Si è svolto, a Palermo, l’atteso incontro tra l’assessore regionale alla salute avv. Ruggero Razza e la delegazione della Uil, alla quale insieme ai sottoscritti era presente il segretario generale della UIL Sicilia Claudio Barone, per affrontare la grave problematica del Centro Nemo di Messina, struttura d’eccellenza che si occupa dei pazienti affetti da gravi malattie neuromuscolari (sla, sma, distrofie). Come ormai ben noto, dallo scorso 1 luglio il Centro Nemo, che era allocato presso l’AOU Policlinico di Messina, ha cessato tutte le attività assistenziali con le pesantissime conseguenze sanitarie e sociali per i circa 5.000 pazienti affetti da malattie neuromuscolari e per i 55 lavoratori. La riunione con l’assessore Razza è stata interlocutoria” lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina, e Giuseppe Calapai, segretario generale Uil Fpl.

Insomma un nulla di fatto, nulla di concreto. Ma Razza ha promesso la sua presenza a Messina per domani, giovedì 15 luglio. Non ben chiaro ancora cosa accadrà a Nemo Sud. Nulla di più di quanto è accaduto con la chiusura del centro e lo sbandamento di malati e famiglie che devono riorganizzarsi così come lo stesso Policlinico che ne ha acquisito la lista dei nomi.

La Uil ha ribadito l’importanza strategica di salvare il Centro Nemo nell’ottica di evitare l’interruzione di un servizio pubblico essenziale e, contestualmente, la perdita di numerosi posti di lavoro altamente professionalizzati. L’assessore Razza si è impegnato a presentare, in un successivo incontro da tenersi all’incirca nei prossimi dieci giorni, una proposta finalizzata a garantire la continuità assistenziale ed i lavoratori del Centro Nemo. Alla luce di quanto espresso dall’assessore regionale Razza, abbiamo evidenziato l’assoluta urgenza di risolvere una vertenza che scuote pesantemente le coscienze di tutti i cittadini. E’ del tutto ovvio che, in caso di mancate soluzioni soddisfacenti da realizzare in un brevissimo arco temporale, non escludiamo di procedere, con il sostegno dei pazienti, delle loro famiglie dei pazienti e dei lavoratori, a nuove eclatanti azioni al fine di risolvere positivamente la vertenza del Centro Nemo” hanno così concluso Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina, e Giuseppe Calapai, segretario generale Uil Fpl.

Post Tags
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: