Messina social city in assemblea ritrova l’unità sindacale. Azienda e non grande cooperativa

MESSINA, 13 LUG – Dopo oltre due anni dalla sua costituzione Messina social city, la società comunale che si occupa di servizi sociali, ritrova l’unità sindacale riunendosi in assemblea con Cgil, CISL e UIL nel salone delle bandiere del Comune di Messina.

“Oltre due anni dalla costituzione ma ad oggi non siamo riusciti ad avere riscontro circa l’orientamento nei confronti del personale da parte della società. Adesso verrà nominato il terzo direttore generale e non abbiamo ancora traccia di un piano del fabbisogno del personale certo e definito” dichiara in assemblea Fucile di Cgil. Stabilizzazione del personale, definizione della long list per gli ex dipendenti di Casa Serena, sono alcuni dei punti caldi da definire. A cominciare però proprio dalla nomina del terzo direttore generale, adempimento che deve transitare in consiglio comunale e che non è detto che sia deliberato con facilità. Senza direttore generale la vita dell’azienda è limitata e senza sviluppo . E oggi era all’ordine del giorno sostanzialmente proprio il futuro di quella che è un’azienda, sulla carta, ma che sembra per gestione una grande cooperativa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: