Il dolore della famiglia per la morte di Kevin Costantino, mentre ieri muore un altro centauro. Sicurezza delle strade da rivedere a Messina

7 luglio

La sicurezza delle strade messinesi è da rivedere. Necessita una revisione ed un controllo a tappetto sulle modalità anche di accortezza con la quale gli stessi utenti si comportano nell’uso di mezzi di trasporto individuali che possono trasformarsi in qualsiasi momento, in mancanza di responsabilità ed attenzione, a tutti gli effetti in armi letali per sé stessi e per gli altri.

Lo dimostrano i due incidenti mortali avvenuti in sole 24 ore a Messina che hanno visto come vittime due giovani centauri. Dopo l’incidente mortale della mattinata in via Bonino, infatti, nella prima mattina di oggi, intorno alle 4 è morto Carmelo Bonaccorso, di 33 anni, in un incidente presumibilmente autonomo all’intersezione tra la Strada Statale 114 e la salita che porta allo svincolo autostradale di San Filippo a Messina. Il secondo incidente mortale della giornata dopo il dolore per la morte di Kevin Costantino testimoniato dai fiori e la bandiera italiana che la sua famiglia e la sua ragazza hanno deposto nel luogo in cui il ventenne ha perso la vita scontrandosi contro una vettura all’incrocio regolato da semafori.

Due tragedie in pochissimo tempo che costituiscono un segnale d’allarme forte e netto che deve essere colto da chi ha la responsabilità della sicurezza in città e da chi le strade le usa ogni giorno per spostarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: