Zaro, il pastore tedesco della Guardia di Finanza, dopo 11 anni di servizio, va in pensione a casa del suo conduttore.

Zaro, il pastore tedesco della Guardia di Finanza, dopo 11 anni di servizio, va in pensione a casa del suo conduttore.

 

29 giugno

Per undici anni il pastore tedesco Zaro ha prestato la propria capacità antidroga presso il Comando provinciale della guardia di finanza di Catania . Oggi è stato congedato e andrà in pensione. Insieme al suo conduttore, Zaro in questi anni ha preso parte a numerose attività di controllo del territorio, di vigilanza all’aeroporto, alla stazione ferroviaria, ai caselli autostradali, agli autogrill oltre che nelle zone della Movida in supporto delle Fiamme gialle e, in diverse circostanze, anche in supporto di altre Forze di polizia.

Spesso il suo infallibile fiuto è stato decisivo per il ritrovamento di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti abilmente occultate dai corrieri sia sulla persona sia su veicoli facendo sequestrare, nel tempo, svariati quintali di droghe. Lo speciale rapporto instauratosi tra «Zaro» e il suo conduttore ha reso naturale la decisione del militare cinofilo di accogliere nella propria famiglia il fedele «compagno a quattro zampe» dopo i tanti anni di servizio prestato in coppia. Prima di lasciare il servizio nella Guardia di Finanza il conduttore e il suo pastore tedesco si sono recati a Castiglione del Lago (PG), al Corso Allevamento e Addestramento Cinofilo, dove vige il motto «candida pro causa ense candido» (un’arma pura per una giusta causa), per un ultimo saluto al luogo in cui tutto ha avuto inizio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: