Ingegnere catanese rapito ad Haiti a scopo di estorsione

Ingegnere catanese rapito ad Haiti a scopo di estorsione

 

2 giugno

Si chiama Vanni Calì l’ingegnere catanese di 74 anni rapito ad Haiti ieri mattina. Calì stava lavorando presso un cantiere di proprietà di una ditta romana di costruzioni, la Bonifica Spa che stava ristrutturando una strada. La notizia è stata confermata dalla Farnesina dalla quale si apprende che insieme all’ingegnere è stato rapito anche un tecnico del quale non si conosce al momento la nazionalità. La strada per la quale l’ingegnere stava sovrintendendo il lavori collega i dipartimenti del centro e del nord di Haiti. Il sequestro sarebbe stato ad opera di una gang locale specializzata in sequestri a scopo estorsivo, la “400 Mawozo”. Haiti, uno dei paesi più poveri al mondo, sta vivendo un periodo di esplosione di rapimenti a scopo di estorsione.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close