Policlinico di Palermo, Fiadel-Cisal: “Affidare a Seus il servizio di trasporto, stop alla gara da 7,4 milioni”

Policlinico di Palermo, Fiadel-Cisal: “Affidare a Seus il servizio di trasporto, stop alla gara da 7,4 milioni”

 

Palermo, 21 maggio 2021 – “Il servizio di trasporto all’interno dell’ospedale Policlinico di Palermo va affidato alla Seus 118, specie alla luce delle ultime cronache giudiziarie: internalizzare e tornare al pubblico è economicamente conveniente e permetterà di salvare 50 posti di lavoro”. La proposta è di Giuseppe Badagliacca, segretario generale Fiadel-Cisal, che ha scritto una nota al presidente della Regione Nello Musumeci, alla presidente della commissione Sanità dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo, al presidente della commissione Bilancio dell’Ars Riccardo Savona e al presidente della Seus 118 Davide Croce.

“Nel 2019 il Policlinico avrebbe voluto affidare alla Seus 118 il servizio di trasporto sanitario intra e inter ospedaliero – spiega Badagliacca – ma la Seus ha rifiutato per mancanza di personale e
mezzi. Così è stata indetta una gara da 7,4 milioni di euro per due anni, a cui aggiungere 7mila euro di pubblicità e 30mila di compensi per i componenti della commissione. La gara è stata annullata dal Tar, la Italy Emergenza opera in regime di proroga e il Policlinico, lo scorso 30 aprile, ha indetto una nuova gara sempre per lo stesso importo. Riteniamo però che ci siano tutte le condizioni per internalizzare il servizio e affidarlo alla Seus: questo eviterebbe una nuova gara, con tutti i risparmi del caso, e garantirebbe il ritorno del servizio nelle mani del pubblico all’insegna della legalità e della trasparenza”.

“I 50 lavoratori della Italy Emergenza, tra autisti, centralinisti e addetti alla sala operativa, hanno una decennale esperienza e transiterebbero comunque nell’azienda vincitrice – conclude
Badagliacca – e per i mezzi si potrebbe ricorrere, come già avviene, a forme di leasing. L’affidamento inoltre potrebbe avvenire in house, visto che i Policlinici siciliani sono soci della Seus 118. Chiediamo al Governo di prendere in considerazione questa soluzione e alle commissioni di convocare una riunione operativa, prima che la gara inizi”.

 

carpe diem banner

Rispondi

Scroll to top
Close