“Poco importa se non è casa mia, è sempre a ‘Castania’ ”: i giovani del villaggio valorizzano le vie del paese

“Poco importa se non è casa mia, è sempre a ‘Castania’ ”: i giovani del villaggio valorizzano le vie del paese
L’iniziativa del Movimento Nuova Castanea, volta alla sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e delle risorse artistico-culturali del proprio territorio
12 aprile 2021
“Poco importa se non è casa mia, è sempre a ‘Castania’ ”. È lo slogan della nuova iniziativa del Movimento Nuova Castanea: il gruppo composto dai ragazzi del villaggio collinare che, a partire da ieri e per le prossime domeniche, hanno deciso di dare una ripulita alle vie interne del paese per riportare il decoro nelle strade invase dalle erbacce.
Il bilancio della prima giornata è di oltre 20 sacchi di immondizia, raccolti partendo dalla piazza di San Giovanni Battista, dove c’è la Chiesa madre del villaggio, fino ad arrivare alla fine della via Canalello, tra la piazza e la frazione di Santa Caterina. La pulizia, inoltre, ha riguardato la croce votiva del 1522, uno dei monumenti più antichi di Castanea e di un’antica fontana, inattiva ormai da trent’anni.
Contestualmente alla pulizia seguirà un’attività divulgativa porta a porta finalizzata alla responsabilizzazione dei residenti del borgo verso la tematica ambientale.
“Siamo felici del grande riscontro di questo nuovo progetto – spiega il presidente dell’associazione, Ninni Caprì – soprattutto perché non si è trattato solo di raccogliere immondizia e tirare le erbacce, ma di un altro mattone di un percorso di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e delle nostre radici. Non abbiamo intenzione di fermarci qui. Quest’attività richiederà molto tempo ma non è certamente il lavoro a preoccuparci”.
Il gruppo di volontari che si è riunito ieri mattina era ben nutrito (oltre venti componenti dell’associazione). Positiva è stata anche la risposta degli abitanti di Castanea, “che così hanno dimostrato (ancora una volta) di avere a cuore il loro paese quanto la loro casa”, aggiunge Caprì.
“Fondamentale è sempre la nutrita partecipazione dei giovani dell’associazione, ed il sostegno della collettività. Un grande ringraziamento -conclude Caprì – va fatto alla ditta ‘f.lli Biancuzzo’ sempre in prima linea in questo tipo di attività e che spesso e volentieri ci ha fornito mezzi e attrezzature di cui non disponiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: