La Sicilia in tempo reale

 

Appalti Covid Sicilia – Fava, Antimafia ARS: “A che serve il Comitato Tecnico Scientifico se si consulta ogni 4 mesi?”. Orlando “Sui dati c’è caos”

Appalti Covid Sicilia – Fava, Antimafia ARS: “A che serve il Comitato Tecnico Scientifico se si consulta ogni 4 mesi?”. Orlando “Sui dati c’è caos”

 

15 aprile 2021

Si apre uno squarcio di luce sugli appalti Covid. La Commissione Antimafia dell’ARS, guidata da Claudio Fava, in queste ore ha chiesto numeri, dati, motivazioni di convenienza su tutti gli appalti della Regione Siciliana in merito all’emergenza Covid. A cominciare dalla convenienza di mantenere in piedi un Comitato Tecnico Scientifico che “viene convocato ogni 4 mesi” chiede Fava. Che bisogno c’è di mantenere un organo che costa fior di euro ai siciliani se poi non viene sentito in merito alle decisioni che coinvolgono tutta l’Isola in merito a chiusure e riaperture o misure da prendere per combattere il contagio. Ha risposto ieri, come riferito dal quotidiano messinese, il dirigente generale della pianificazione strategica dell’assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca, prendendo però le distanze dalle polemiche innescate dalle vicende giudiziarie dei dati Covid siciliani. “Il Cts viene convocato quando la Regione ritiene necessario farlo, ma non ha il compito di comunicare i dati Covid siciliani” ha in sostanza risposto La Rocca. Intanto tra le polemiche mai sopite sulla correttezza dei dati, soprattutto dei morti, forniti dalla Regione, è entrato ieri a gamba tesa Leoluca Orlando in qualità di presidente ANCI Sicilia: “

 “Mi è arrivata ieri una nota dell’Asp, l’Azienda sanitaria, mi chiede se io sia a conoscenza di morti nei comuni per Covid e di comunicarlo, e in particolare dovrei specificare le persone che sono decedute in casa. Tutto questo conferma che si naviga a vista”. Leoluca Orlando aggiunge: “Da mesi dico che i dati che vengono comunicati non sono certi e sollecito da tempo chiarezza”. “Quello che è accaduto con i 258 morti ‘dimenticati’ e comunicati in un solo giorno è emblematico”. “Occorre che Roma mandi un commissario in Sicilia, non per mettere sotto controllo l’intero sistema sanitario, ma per verificare in che modo vengono raccolti i dati sul Covid, c’è una situazione di caos” conclude Orlando.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: