La Sicilia in tempo reale

 

Medici assunti in emergenza Covid ancora non pagati. La CISAL scrive al Prefetto Di Stani

Medici assunti in emergenza Covid ancora non pagati. La CISAL scrive al Prefetto Di Stani, al Sindaco di Messina ed al DG dell’ASP competente

 

26 marzo 2021

I medici assunti con fondi speciali, all’uopo stanziati, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, non sono stati ancora liquidati per le spettanze dovute, e ciò, a dire dei diretti interessati è una situazione che riguarda solo la Città metropolitana di Messina. A sollevare la questione, imbarazzante per la città dello Stretto, è la CISAL, Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori, di Messina, con una lettera inviata al Prefetto, al Sindaco De Luca ed al Direttore Generale dell’ASP di Messina, a firma Fotia e Sciuto.

“Il sistema di pagamento previsto dagli accordi contrattuali, prevede che il medico interessato presenti fattura per la prestazione mensile effettuata e successivamente l’ente competente provvederà, orbene pur essendo state presentate le fatture sin dal mese di dicembre, l’ufficio competente(quale?) non ha ancora provveduto né si conoscono i tempi necessari affinchè ciò avvenga.
Per quanto superiormente esposto, chiediamo alle SS.LL. in indirizzo un intervento volto a risolvere questa problematica, affinchè la sanità di Messina non diventi di nuovo “un caso”, e dei giovani medici, che mettono in pericolo quotidianamente la loro salute, ricevano il dovuto” conclude la lettera.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: