La Sicilia in tempo reale

 

E’ grave la docente ricoverata al Policlinico. Le domande della famiglia su Astrazeneca

E’ grave la docente ricoverata al Policlinico. Le domande della famiglia su Astrazeneca

 

25 marzo 2021

E’ in condizioni gravi la docente di 54 anni sottopostasi al vaccino Astrazeneca l’11 marzo scorso. La donna in buone condizioni di salute e senza patologie pregresse, fa sapere il legale della famiglia, ha accusato nell’immediatezza effetti collaterali indesiderati. Cefalea e febbre alta, fino a 39. La febbre dopo essere calata è ritornata due giorni dopo unitamente alla cefalea. Sintomi tanto forti da richiedere il ricovero in ospedale in conseguenza delle analisi di laboratorio che hanno evidenziato un caso clinico preoccupante e facendo sospettare una trombosi in corso. In ospedale, al Policlinico, le ulteriori analisi hanno accertato la presenza di alcune trombosi alla vena cava, all’aorta iliaca, alla giugulare ed embolia polmonare e trombosi encefalica. La donna è stata ricoverata d’urgenza ma il quadro si è ulteriormente aggravato a causa di un’emorragia cerebrale che dopo un intervento di urgenza ha determinato il trasferimento della docente in terapia intensiva dove si trova in coma farmacologico ed intubata. Un decorso incredibile e drammatico che pone oggi la famiglia, rappresentata dall’avvocato Daniela Agnello, a chiedere spiegazioni sul vaccino Astrazeneca a cui sembra possano essere riferite tutte le patologie riscontrate sulla docente. La donna era stata vaccinata in Fiera, come detto, l’11 marzo.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: