La Sicilia in tempo reale

 

Dati falsi su Covid in Sicilia: indagato l’assessore Razza. Ai domiciliari anche la dirigente generale

Dati falsi su Covid in Sicilia: indagato l’assessore Razza. Ai domiciliari anche la dirigente generale

 

30 marzo 2021

Sarebbero stati modificati i dati sulla pandemia, a cominciare dal numero dei positivi e dei tamponi effettuati, con l’obiettivo di alterare le misure necessarie al contenimento del virus. Lo hanno scoperto i carabinieri NAS di Palermo e del Comando Provinciale di Trapani che hanno eseguito un’ordinanza cautelare ai domiciliari nei confronti di dipendenti e funzionari dell’assessorato regionale alla Salute. Tra loro anche la dirigente generale del Dasoe, Maria Letizia Di Liberti, il funzionario Salvatore Cusimano ed Emilio Madonia, dipendente della società informatica che si occupa della gestione dei dati. Indagato anche l’assessore regionale Ruggero Razza.

L’inchiesta prende le mosse dalla scoperta di dati falsati forniti da un laboratorio di Alcamo, nel trapanese. Dati falsi sul numero dei tamponi effettuati. Dati che come quelli di Alcamo, sarebbero stati forniti fraudolentemente all’Istituto Superiore di Sanità.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: