Cateno De Luca risponde a Razza: “Denuncio te e Musumeci per epidemia colposa!”

Cateno De Luca risponde a Razza: “Denuncio te e Musumeci per epidemia colposa!”

 

15 GENNAIO 2021

Caro Razza sono io che denuncio te ed il presidente Musumeci per epidemia colposa” risponde secco il Sindaco di Messina Cateno De Luca alle dichiarazioni di Ruggero Razza, assessore regionale alla Salute, rilasciate ad Ansa che avevano richiamato all’ordine il primo cittadino consigliandogli di smettere la sua guerra contro l’ASP : ” Chieda consiglio al suo difensore: gli dirà che esercitare una pressione indebita sulle autorità istituzionali, cui compete il procedimento amministrativo che si è aperto con la nomina della commissione ispettiva sull’Asp di Messina, costituisce reato” aveva dichiarato Razza. 

Da novembre combattiamo contro una gestione dell’epidemia a Messina tra posti letto farlocchi in terapia intensiva a Barcellona, di posti non attivati per come previsto, tra USCA scolastica mai attivata, dopo la vicenda del contratto da 7 milioni di euro, per i rifiuti covid ancora non raccolti per colpa di una bozza di contratto mai presentata dall’ASP, con i tamponi dei quali non arrivano i risultati o si perdono perché erano scaduti. Questo non è bastato ad oggi per rimuovere il tuo uomo. La sospensione è prevista nei casi di accertamenti come nel caso della commissione che tu hai inviato a Messina solo il 18 di dicembre e dopo le mie proteste e che sta accertando l’operato del direttore generale dell’ASP di Messina” ha continuato il battagliero De Luca.

Al vertice di oggi in Prefettura Marzia Furnari e Ferdinando Croce, inviati da te a Messina hanno dovuto ammettere che il Comune non può prendersi carico del servizio di raccolta rifiuti se non con contratto ed impegno di spesa. Quindi gli oltre 3 mila positivi rinchiusi in casa cosa dovrebbero fare con i loro rifiuti mentre l’ASP perde tempo a regolarizzare il servizio da passare a Messina Servizi? Sa Razza e Musumeci che tanti di questi poveretti hanno gettato i rifiuti infetti in mezzo a quelli ordinari?” ha detto ancora De Luca.

Voi state ammazzando la città. Pertanto domani farò i provvedimenti restrittivi annunciati perché non sarò il becchino di Messina. Ma la città si organizzerà per difendersi. Ti ho invitato più volte a confrontarti con me ma sei sempre venuto di nascosto come l’ultima volta al Policlinico, pochi giorni fa. Ti invito ad incontrarmi con Musumeci. Nel frattempo provvederò a denunciarvi. Non ti saluto Razza … ti mando aff…..” ha concluso De Luca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: