Posti Covid non attivati al Papardo: la UIL chiede rettifica circa il proprio operato

21 dicembre 2020 – ottemperiamo a richiesta rettifica ai sensi dell’art.8 legge sulla stampa n. 47/48

Nota a firma UIL – Pippo Calapai e Ivan Tripodi

Nell’articolo pubblicato da codesta testata giornalistica in data 20 dicembre 2020 viene citata in maniera inappropriata la nostra organizzazione sindacale, la quale avrebbe assunto un atteggiamento omissivo riguardo alla mancata attivazione di 15 posti di terapia intensiva. Si legge testualmente che Uil e Uil-Fpl “stranamente non cita la non riuscita attivazione di tutti i posti letto al Papardo”. 

Nell’articolo in oggetto si fa inoltre riferimento alla “miopia” del coordinatore dell’Area medica della Uil-Fpl, il quale non riesce a guardare fuori dall’uscio di casa sua, in quanto dipendente dell’azienda ospedaliera Papardo. Il contenuto dell’articolo è altamente diffamatorio dell’onorabilità  della nostra organizzazione sindacale, perché non risponde al vero ciò che ci viene attribuito e, in special modo, al nostro coordinatore dell’area medica. E’ evidente che vi è una palese disinformazione per sferrare un attacco alla Uil-Fpl, sindacato che, come noto, mai ha assunto atteggiamenti di indulgenza nei confronti dei manager della Sanità messinese. Non risponde al vero quanto scritto nell’articolo, in quanto i posti letto di terapia intensiva Covid (12 e non 15) sono stati attivati e hanno avuto un alto tasso di occupazione degli stessi con pazienti provenienti anche da altre province siciliane. Non si riesce, pertanto, a comprendere l’attacco gratuito nei confronti di un Sindacato che, in maniera assolutamente solitaria, si è sempre battuto per difendere i diritti dei cittadini-utenti e dei lavoratori. 

Nota del redattore:

Per completezza e per stessa ammissione del direttore dell’Ospedale Papardo, i posti non attivati, 15 per l’appunto, sono posti di terapia ordinaria COVID. Il motivo è spiegato nell’articolo allegato. Forse alla UIL è sfuggito proprio l’articolo con questa precisazione. Pertanto di posti Covid non attivati se ne può legittimamente parlare, in quanto corrispondente a verità, ammessa dalla stessa direzione dell’ospedale.

Posti Covid – Terza ondata sarà con 15 posti terapia intensiva non ancora attivati dal PAPARDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: