Cede all’amico una dose fatale di metadone. Messinese arrestato dai Carabinieri.

[eltdf_dropcaps type=”square” color=”” background_color=””]I[/eltdf_dropcaps]l provvedimento restrittivo trae origine dall’esito delle indagini sviluppate dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Centro, a seguito del decesso del 49enne G.S. per overdose di metadone, il cui cadavere era stato rinvenuto lo scorso 2 novembre 2019 all’esterno dell’abitazione in località Fondo Pistone ove all’epoca l’arrestato dimorava.

[eltdf_highlight background_color=”” color=””]Dall’attività investigativa condotta dai militari del Nucleo Operativo, sotto la direzione ed il coordinamento della Procura della Repubblica di Messina, è emerso che i due uomini, amici di vecchia data, quella sera, dopo alcuni anni, si erano incontrati per caso e avevano trascorso insieme la serata consumando una massiccia quantità di alcol in un locale del centro città. Nella circostanza, G.M. cedeva a G.S. una quantità imprecisata di metadone, il cui consumo si è rivelato in breve tempo fatale, provocandone la morte per overdose.[/eltdf_highlight]

Al termine delle operazioni l’arrestato, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria del capoluogo peloritano, è stato condotto dai militari dell’Arma presso un istituto terapeutico della provincia di Catania e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: