Sequestro mascherine a Siracusa: Pivetti “E’ una indecenza, stanno cannoneggiando un’impresa seria come la mia”

29 aprile 2020

“E’ una indecenza, stanno cannoneggiando un’impresa seria come la mia, che sta facendo enormi sacrifici per fornire mascherine molto controllate”, dice Pivetti, raggiunta dall’AdnKronos, commentando l’indagine a suo carico in corso per frode per l’importazione delle mascherine dalla Cina. “Tutta la chiacchiera uscita sui giornali è fondata sul nulla”, aggiunge. “La verità è che con grande sforzo e spirito di collaborazione stiamo cercando di importare un prodotto serio, le norme sono confuse”, sottolinea l”ex presidente della Camera.

“Qualcuno si era stancato di fare torte e si sono inventati una storia che non esiste – aggiunge – mi dispiace molto per i sacrifici che tanti stanno facendo, compresa me. Qualcuno aveva piacere di inventarsi una specie di mostro, una Grimilde della fiaba di Biancaneve”, ma “uscirà la verità”, assicura Pivetti, che conclude: “Bene l’inchiesta che riporta la verità al centro: al magistrato spiegheremo come stanno le cose, abbiamo tutte le carte a posto”.

Secondo la Gdf, i dispositivi di protezione individuale erano accompagnati da una certificazione inattendibile di conformità alla normativa europea. “E’ emerso che il codice relativo al certificato è risultato estraneo all’ente certificatore e, quindi, falso”, dice la Gdf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: