Emergenza coronavirus: Gioveni, “Messina Social City istituisca un servizio a domicilio di beni di prima necessità per anziani e disabili”

Messina, 9 marzo 2020

Pensare anche e soprattutto alle persone anziane e diversamente abili in questo  periodo di emergenza coronavirus, attraverso l’ausilio del trasporto a domicilio di beni di prima necessità e dei farmaci col personale della Messina social city!”.

E’ questa la proposta del consigliere comunale Libero Gioveni a beneficio dei soggetti più a rischio (anziani e disabili) al fine di evitare o ridurre sensibilmente le loro uscite da casa. “Occorrerebbe evitare il più possibile di far andare in giro gli anziani per acquistare viveri alimentari o farmaci – spiega Gioveni – e quindi, approfittando del fatto che una parte del personale della Messina social city impiegato nelle scuole o nei centro socio educativi non può essere utilizzato al massimo in questo momento, si potrebbe impiegarlo in questo tipo di attività“.

A questo personale, se occorre – prosegue il consigliere – si potrebbe aggiungerne anche dell’altro attingendolo dalla “long list”, al fine di ridurre al massimo i rischi per i soggetti più esposti.

Tale proposta – conclude Gioveni augurandosi che la MSC si possa organizzare in tal senso – risulterebbe utile anche agli stessi esercizi commerciali che in questo momento si vedono sempre meno clienti dentro i loro locali, con conseguente danno economico per le loro attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close