Morto Luca Barbieri, il giovane paracadutista con tuta alare.

Caltanissetta, 2 gennaio 2020

Si è fatto accompagnare dalla sua amica catanese in auto fino all’inizio del viadotto san Giuliano a Caltanissetta, che da tre anni è interdetto alla circolazione perchè non sicuro, e verso le 11 si è lanciato da un’altezza di 60 metri per un base jumping. Ma il paracadute non si è aperto e Luca Barbieri, 25 anni, nato a Fidenza (Parma) e residente a Soragna, è precipitato schiantandosi al suolo e morendo. Non è ancora chiaro se il giovane provetto paracadutista indossasse la tuta alare, la wingsuit, che consente un volo lungo e una planata prima dell’apertura del paracadute, o si sia gettato per un base jumping, il salto in caduta libera nel vuoto con la successiva apertura del paracadute. A dare l’allarme è stata la donna che era con lui. Sul posto sono stati inviati, dalla centrale del 118 di Caltanissetta, l’elisoccorso e un’ambulanza. Lo sportivo però era morto. Barbieri prima di provare il volo dal viadotto si sarebbe lanciato da altre zone, sempre nel nisseno. (ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: