IL CSA CHIEDE INVESTIMENTI PER GLI ESECUTORI STRADALI

Messina, 14 ottobre

Per il CSA uno dei settori in cui potrebbe positivamente incidere l’approvazione degli strumenti contabili della Città Metropolitana di Messina e quello della sorveglianza e manutenzione delle strade provinciali da parte degli Esecutori Stradali (i vecchi “cantonieri”).

            I dipendenti, ridotti dalle iniziali 600 unità alle poco più di 150 di oggi, sono costretti a coprire le migliaia di chilometri di strade privi, a causa delle carenze finanziarie degli ultimi anni, di idonei mezzi e strumenti.

Con una richiesta inviata al Dirigente Franco Roccaforte il  Segretario Provinciale Santino Paladino e i rappresentanti RSU hanno proposto l’attivazione di un confronto volendo mettere sul tavolo una serie di proposte che, una volta approvati i bilanci, possano portare all’avvio di concreti investimenti nel settore per migliorare il servizio e le condizioni dei lavoratori.

            “Non chiediamo miracoli e sappiamo bene quanto ci si è sforzati di fare negli ultimi anni a fronte di una crisi finanziaria senza precedenti. Ma riteniamo possibile un rilancio del settore anche al fine di migliorare la percorribilità delle nostre strade e dare respiro all’economia ed al turismo dei nostri territori”.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close