PATRIMONIO ME S.P.A. : PD e LiberaMe chiedono la sospensione del reclutamento CDA e revoca in autotutela della costituzione della società

Messina, 16 luglio 2019

Il primo luglio nasce la Patrimonio Messina S.P.A. con la Delibera Comunale n. 114. Dopo pochi giorni, il 5 di luglio, l’Ufficio del Gabinetto del Sindaco emanava un avviso pubblico prot. 209483 che da il via al reclutamento di un ennesimo CDA. Tre componenti del Consiglio di Amministrazione, tre membri effettivi e due supplenti per il consiglio sindacale ed un revisore dei conti. Una pletora di nuove figure e di nuovi pagamenti mensili per una società speciale che è di fatto il doppione del Dipartimento Patrimonio. Ma i consiglieri comunali del PD e del Gruppo LIBERA ME, Antonella Russo, Gaetano Gennaro, Felice Calabrò, Libero Gioveni, Alessandro Russo, Massimo Rizzo e Biagio Bonfiglio, chiedono adesso che il Sindaco Cateno De Luca sospenda i termini del reclutamento in scadenza per il prossimo 22 luglio e anticipano chiaramente la loro intenzione di chiedere la revoca in autotutela da parte del Comune di quella delibera che ha dato la luce alla società in house. La richiesta che verrà fatta in aula Consiliare nasce dall’analisi del parere del Consiglio di Stato n. 968/2016 del 21.04.2016, in bae al quale, secondo i consiglieri comunali in questione, la Patrimonio Messina S.P.A. sarebbe un ente di sottogoverno che “non potrà nei fatti operare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: